Recent Posts

L'OLIMPIA CADE IN CASA DOPO 5 MESI

Un’Olimpia a due facce quella vista ieri pomeriggio al Pala Giacomo Cabras: brutta e apatica nei primi due set, bella ed aggressiva nei restanti parziali.

La partita non si preannunciava facile, infatti il Cisano è una squadra in forma straordinaria come dimostravano i cinque 3 – 0 consecutivi rifilati agli avversari nelle ultime partite. Per questo l’uno a tre finale non deve suonare come una disfatta clamorosa, ma piuttosto come una possibilità di crescita per i giovani, e contemporaneamente come un bello spettacolo sportivo per tutti i nostri tifosi.

Nel primo set coach Longu preferisce il giovane Meleddu al posto di Deserio; per il resto la formazione è quella standard con in campo fratelli Muccione, Dalmonte, Genna, Usai e Mocci libero. Primi due set dal copione molto simile: è il Cisano a comandare il gioco, prevedibilmente trascinata da Costa e Burbello, e l’Olimpia si trova costretta ad inseguire, con solo qualche sprazzo di bel gioco inframezzato da lunghi momenti di black out.

Nel terzo parziale arriva invece il risveglio dei nostri ragazzi: l’ingresso di Crusca e Longu sui fratelli Muccione porta i benefici sperati e, nonostante un inizio ancora una volta contratto, la squadra con il passare del tempo comincia a macinare gioco. In seguito ad un paio di tira e molla, in cui l’Olimpia riesce prima ad allungare ma poi prontamente si fa raggiungere, si arriva sul 23 pari con la battuta per Cisano. Da li prima un attacco di Genna, poi una ricezione sbagliata degli ospiti trasformata in punto da Crusca, permettono all’Olimpia di chiudere il set sul 25 – 23.

Nel terzo parziale la partita si fa molto più combattuta; L’Olimpia ha finalmente preso le misure sugli avversari e riesce a rimanere in partita per tutto il parziale. Complice però un notevole nervosismo dei nostri ragazzi gli errori sono troppi e si arriva alla fine del set sul 17 – 21 per gli ospiti. Un nuovo scatto d’orgoglio dei nostri ci permette di mettere il fiato sul collo ai ragazzi di coach Zanchi (21 – 22), ma alla fine la maggior esperienza dei Lombardi gli consente di mettere in cascina set e 3 punti fondamentali per la corsa ai play off.

Le statistiche: l’Olimpia ha faticato parecchio in ricezione (solo 58% di positività) e in attacco è stata protagonista di una prestazione troppo fallosa (ben 9 murate subite e 12 errori diretti). Discreta invece la prestazione a muro (8 diretti). Per i locali la differenza la fa l’ottima prestazione a muro (12 diretti) e i numeri ottimi dei veterani del gruppo: Costa, Burbello e Ruggeri hanno proposto una prestazione di altissimo livello, confermando le ottime qualità che hanno portato il Cisano nelle posizioni più nobili del girone.

VBA Olimpia Sant’Antioco: Genna 21, Dalmonte 16, Crusca 10, Usai 6, Muccione N. 5, Deserio 4, Muccione R. 3, Meleddu 1, Longu 1, Granara, Mocci (L1). N.E.: Puggioni.

All: Graziano Longu

Tipiesse Cisano: Burbello 26, Costa 16, Sartirani 12, Ruggeri 9, Milesi 4, Giussani 1, Oliveto (L1), Carenini, Cereda (L2), Quintieri, Parma. N.E.: Migliorini, Bernardi, Villa.

All: Cristian Zanchi

Ufficio stampa VBA Olimpia Sant’Antioco.

6 visualizzazioni
Featured Posts
Recent Posts
Search By Tags
Follow Us
  • Instagram
  • Facebook Classic
  • Twitter Classic